Venezia con i bambini

La nostra mission

Ho deciso di iniziare a scrivere questo blog mentre organizzavo il mio prossimo viaggio: come faccio sempre organizzo tutto in autonomia, servendomi di forum, blog, guide turistiche e quant’altro, così mi sono detto “Perché non mettere a disposizione di tutti le nostre esperienze?

Così eccomi qui, non mi propongo certo come portatore di verità assoluta, né credo di essere più esperto di voi che mi state leggendo, ma qui vorrei riportare dei suggerimenti in base alle nostre esperienze e alle nostre esigenze, sperando che possano esservi d’aiuto per organizzare il vostro viaggio.

Parlerò di dove cercare informazioni utili, degli alberghi in cui abbiamo dormito, dei posti in cui abbiamo mangiato, ma anche di accessori, abbigliamento o altro che abbiamo usato e ritengo di consigliarvi per i vostri viaggi: insomma la mia idea è di creare un blog in cui poter cercare delle risposte a tutto tondo per le “poche” destinazioni in cui siamo stati.

Mi rivolgo a tutti i tipi di viaggiatori, ma in particolar modo a chi viaggia con bambini. Se siete stati da sempre dei viaggiatori appassionati, non rinunciate a viaggiare con l’arrivo dei figli, neppure nei primi anni di vita: sarà un’esperienza che arricchirà ulteriormente voi e soprattutto loro.

 

Crediamo nel viaggio come modello educativo e appena possiamo partiamo.

 

Ci siamo accorti come dopo ogni viaggio fatto, Achille e Augusto tornano più grandi di quando siamo partiti. Più curiosi e più capaci di adattarsi a situazioni nuove e diverse. Un viaggio è una fonte di stimoli quasi infinita.

 

Il segreto per cominciare a viaggiare con i bambini è capire che i ritmi cambiano. Non è più possibile spostarsi come palline di un flipper da una parte all’altra della città, come si faceva da viaggiatori solitari o in coppia. Sarà un modo di viaggiare diverso, più lento, ma di cui assaporare ogni momento. Capiterà spesso di fermarmi più di un’ora in un parco giochi, seduti su una panchina mentre i vostri figli giocano. Oppure di dover rinunciare a vedere qualcosa perché troppo difficile da raggiungere.

Non per questo saranno viaggi meno indimenticabili.

Anzi.

Rubens, Benedetta, Achille e Augusto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: