• Consigli,  Recensioni

    Regali per piccoli e grandi viaggiatori 2/2

    Se con il Black Friday non siete riusciti ad accaparrarvi tutti i regali di Natale e avete bisogno di altre idee per amici e parenti, eccovi la seconda parte della lista dei regali per piccoli e grandi appassionati di viaggi.   PUZZLE Un puzzle è un bel passatempo per grandi e piccini, aiuta a concentrarsi ed è l’ideale nei lunghi pomeriggi invernali. Vi ho già parlato di questo che rappresenta un planisfero in un mio post su Instagram, bellissimo! Unico appunto che devo farvi: è molto grande quindi se decidete di appenderlo una volta fatto serve un bel po’ di spazio sulla parete! GUIDA Adoro le guide, quindi penso siano un regalo perfetto per chi ama viaggiare! Accertatevi solamente che il diretto interessato non c’è l’abbia già, per il resto ogni guida sarà un regalo gradito. Potrebbe essere della destinazione che aveva già in mente di visitare, oppure semplicemente fonte di ispirazione per il prossimo viaggio o ancora, potrebbe essere della città in cui si trasferirà per studio o lavoro. C’è sempre un buon motivo per regalarla. Se invece non sapete proprio quale guida scegliere, Lonely Planet ha anche delle guide generiche, che servono a poco per visitare, ma molto per lasciarsi trasportare dalla fantasia e trovare ispirazioni e consigli utili. Tra quest’ultime consiglio “Viaggiare con Bambini” piena di spunti interessanti, consigli generali e brevi suggerimenti per tutto il mondo.   Per i piccoli viaggiatori, Lonely Planet ha creato delle guide di alcune città famose come Londra o Parigi, che non ho ancora provato, ma sembrano molto simpatiche. POLAROID La polaroid è stata negli ultimi anni riportata in auge da Fujifilm, con le sue macchine fotografiche istantanee. A noi è stata regalata prima del viaggio di nozze da una nostra grande amica la Instax Mini 8 ed è stata una scelta…

  • Consigli,  Recensioni

    Regali per piccoli e grandi viaggiatori 1/2

    Il Natale è ormai alle porte, fra poco più di un mese inizierà la corsa al regalo dell’ultimo minuto, girando per centri commerciali super affollati alla ricerca del regalo giusto…aiuto! Se invece, come me, amate comprare online evitando questo problema, ho deciso di fare un elenco di idee regalo per piccoli e grandi viaggiatori. Prendendosi con un po’ di anticipo, non avrete problemi con spedizioni e corrieri e eviterete di passare gli ultimi weekend prima di Natale in giro per negozi. Ma cosa si regala ad un viaggiatore? Iniziamo dicendo che è molto soggettivo e che il regalo migliore sarebbe sicuramente un biglietto aereo, ma ci sono molte altre idee che possono piacere e che, almeno personalmente, sarei contento di trovare sotto l’albero. Ecco le prime cinque: UN MAPPAMONDO Un grande classico, ma che è diventato un vero pezzo d’arredamento. Ci sono vari marchi che hanno rivisitato quest’oggetto, ma quelli che preferisco sono questi: ci sono di diverse dimensioni e colorazioni. Sono molto ben fatti, di ottima qualità: la struttura è in metallo, mentre il globo in plastica dura. Trovo sia molto elegante e oltre che arredare, bello da consultare, scoprire e perché no scegliere la vostra prossima meta. Per i piccoli viaggiatori, sono molto belli questi di Maisons du Monde, completamente in plastica e di dimensione ridotta. UN ATLANTE Un atlante non può mancare in casa di un viaggiatore! È vero che oggi con Google Maps e con internet in generale possiamo avere tutte le informazioni che vogliamo in pochi click, ma è altrettanto vero che il fascino della carta stampata è ancora forte. Oltre alle cartine fisiche e politiche, si possono trovare molte altre informazioni interessanti, fra cui l’elenco di tutte le bandiere di tutto il mondo, che mi hanno sempre affascinato. Per i piccoli viaggiatori, potete comprare la…

  • Consigli,  Recensioni

    Valigia pronta, si parte!

    Non so voi, ma personalmente ogni volta che devo preparare le valigie per partire, mi assalgono mille dubbi su cosa posso portare con me nel bagaglio a mano e cosa devo mettere invece in un eventuale bagaglio in stiva. Inoltre, ora con i bambini le cose da portare sono triplicate (in compenso ho dimezzato le mie invece, per forza di cose) quindi puntualmente mi ritrovo a cercare online e sui siti delle compagnie aeree la lista degli oggetti ammessi in volo o le dimensioni ed il numero di bagagli concessi, non sempre riuscendo a trovare agevolmente quello che mi serve. Ho deciso quindi di fare un piccolo schemino riassuntivo (in fondo all’articolo, se vi fa comodo stampatelo pure per averlo comodo a casa, magari dopo esservi iscritti al blog!) per le principali compagnie aeree (provate da noi) che può essere utile in fase di scelta del volo e preparazione bagagli.  Se avete dei dubbi verificate comunque il sito ufficiale della compagnia in modo da non avere sgradevoli soprese! Oltre alla preparazione bagagli, riporto anche altre utili informazioni che riguardano il volo in generale. REGOLE GENERALI   Si possono portare a bordo cibi per voi e per i vostri bambini. È consentito trasportare liquidi, aerosol e gel in contenitori della capacità massima di 100 ml quando si passano i controlli di sicurezza. Devono essere inseriti all’interno di una busta richiudibile che misuri 20 cm x 20 cm. Ogni passeggero può passare i controlli di sicurezza con un massimo di 1.000 ml in totale. È possibile acquistare altri liquidi nell’area partenze in caso di necessità. È possibile portare alimenti per bambini, latte per bambini e acqua sterilizzata nel bagaglio a mano. Questo include: latte di soia per bambini, acqua sterilizzata (che deve essere all’interno del biberon), latte in polvere, latte materno o…

  • Recensioni

    Leggere viaggiando e viaggiare leggendo

    “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito … perché la lettura è un’immortalità all’indietro.” Umberto Eco   Amo leggere. Leggo ogni genere di libri: in alcuni periodi mi innamoro di un determinato genere o autore e posso passare mesi a leggere i suoi libri. La scelta del titolo avviene per i motivi più diversi, a volte li trovo consigliati su un quotidiano oppure alla radio, a volte voglio informarmi su un certo periodo storico o personaggio, altre volte mi lascio ispirare da un film o semplicemente vengo attratto dalla copertina in libreria, ogni tanto invece recupero un grande classico che manca alla mia personale collezione, ogni pretesto è buono per leggere. Con l’arrivo di Achille e Augusto il tempo dedicato alla lettura è ovviamente diminuito e soprattutto la sera è facile dopo poche pagine addormentarsi con il libro in mano, però ci sono periodi più prolifici in cui riesco a leggere diversi libri in poco tempo! Da sempre quando viaggio porto con me un paio di libri o il kindle, in quanto paradossalmente sono i momenti in cui si trova più tempo per leggere, basti pensare agli spostamenti in treno/aereo/bus o alla sera prima di dormire in albergo. Ovviamente sono naturalmente attratto dalla letteratura di viaggio, mi affascina leggere diari e storie di viaggi e viaggiatori per volare con la fantasia e, perché no, trarre ispirazione per la scelta della prossima meta. Quindi vi suggerirò alcuni libri che mi sono particolarmente piaciuti, ma il vero suggerimento che vi voglio dare e che vi consiglio di provare, se già non lo fate (e il vero motivo per cui ho scritto questo articolo!), è questo: da qualche…

  • Destinazioni,  Recensioni

    I grandi Parchi dell’Ovest – USA

    Non importa in quale degradazione l’uomo possa sprofondare, da parte mia non perderò mai la speranza finché i più umili continueranno ad amare ciò che è puro e bello, e saranno in grado di riconoscerlo vedendolo. J.Muir Visitare i Parchi Nazionali è stata la motivazione principale del nostro viaggio di nozze, è proprio partendo da questo presupposto che abbiamo costruito il nostro itinerario. Abbiamo quindi volutamente trascurato le grandi città incontrate (Los Angeles, Las Vegas e San Francisco) dedicandogli sicuramenete poco tempo, e cercato di vedere i principali parchi dell’Ovest. Premesso che per visitare al meglio alcuni di questi bisognerebbe passarci almeno due o tre notti al loro interno, questi sono quelli visitati da noi con alcuni piccoli suggerimenti per goderseli appieno:   Se potete organizzate il percorso in modo da evitare i weekend per la visita del parco, in modo da evitare per lo meno le gite del fine settimana da parte delle famiglie americane. Nel periodo in cui siamo stati noi (giugno) il sabato erano veramente affollati! GRAND CANYON NATIONAL PARK: Non ci sono parole e immagini per spiegare l’impatto visivo che vi susciterà la vista del Grand Canyon, non gli renderebbero giustizia. Se chiudo gli occhi e provo a rivivere quel momento anche ora, a più di un anno di distanza, mi viene la pelle d’oca: la maestosità e la vastità a cui vi troverete di fronte vi toglierà il fiato. Inizialmente abbiamo passeggiato lungo il sentiero asfaltato che percorre il rim, ideale per chi come noi ha il passeggino e ogni tanto Achille voleva scendere per ammirare anche lui il Grand Canyon; stava per diversi minuti a fissarlo, poi si spostava lungo la ringhiera per vederlo da altre angolazioni, e ci siamo emozionati a vederlo così interessato nonostante i suoi 18 mesi, questo per sottolineare il…