• Consigli,  La costruzione di un viaggio

    La scelta della meta

    Come detto questa nuova rubrica vi condurrà per mano ad avere il vostro viaggio su misura, ma da dove cominciare per costruire il nostro viaggio? Dalla scelta delle meta ovviamente.   Questo è il primissimo passo da affrontare, ma non appena lo facciamo significa che abbiamo messo in moto quel magico meccanismo che ci porterà da lì a qualche mese, o addirittura qualche giorno per i più temerari, sul sedile di un aereo, di un treno o una macchina.       Come scegliere la meta?   Qui si apre un mondo davanti ai vostri occhi, anzi si apre IL mondo. Le possibilità oggi giorno sono infinite e gli unici limiti saranno quelli che voi vi ponete nella scelta. A volte potreste avere le idee ben chiare su quale destinazione scegliere per il vostro viaggio, avete ben in testa la vostra meta ed è solo lì che volete andare. In quel caso niente di più facile, potete già passare allo step successivo! Altre volte invece siete in cerca di ispirazione, non sapete ancora bene dove andare, non è ancora scattata la scintilla che vi ha fatto dire: sì, andiamo lì. Pur avendo una lista di posti da vedere ben chiara in testa e anche per iscritto, ci siamo trovati in questa situazione spesso anche noi della Tribù.  Quindi siete nel posto giusto, ecco cosa potrebbe aiutarvi nella scelta della vostra prossima meta.     Soldi, soldi, soldi  Non possiamo nasconderci dietro un dito: viaggiare non è sempre economico, anzi. E viaggiare in famiglia con i bambini lo è ancora meno. Quindi uno dei primi paletti che spesso noi abbiamo è quanto vogliamo o possiamo spendere per il viaggio. Cerchiamo sempre una meta che ci ispira, che sia in linea con le nostre esigenze e con quelle di Achille e Augusto.…

  • bambini che giocano con costruzioni
    Consigli,  La costruzione di un viaggio

    La costruzione di un Viaggio

    Con il 2021 ho deciso di investire più tempo ed energie nel blog, per cui nascono due nuove rubriche, due nuovi appuntamenti fissi per tutti voi lettori. La prima di queste si chiama La costruzione di un viaggio e comincia oggi stesso con questo articolo.     Che cos’è la costruzione di un viaggio?   Una rubrica che vi condurrà per mano, passo dopo passo, alla costruzione del viaggio su misura per voi. Ogni settimana faremo assieme un piccolo step di questo percorso in cui vi spiegherò come poter organizzare i vostri viaggi in totale autonomia. A volte confrontandomi con altri genitori, l’organizzare un viaggio con i bambini viene percepito come una lunga corsa ad ostacoli, in cui inevitabilmente prima o poi si dovrà cadere. Quindi molte volte si getta la spugna ancora prima di cominciare e si rinuncia a viaggiare.     Non c’è niente di più sbagliato!   In realtà è tutto più semplice di quanto pensiate e, come dico sempre, solamente provando potete scoprirlo. Viaggiare con i bambini è un’esperienza unica: arricchisce voi, la bellezza del viaggio, e ovviamente loro stessi. Non serve andare dall’altra parte del mondo, si può cominciare anche con un piccolo viaggio, ma una volta cominciato non riuscirete più a fare a meno di viaggiare.   “La costruzione di un viaggio” nasce quindi per aiutarvi dandovi una piccola scaletta da seguire nell’organizzare un viaggio con i vostri bambini, partendo fin dal principio, quando il viaggio non è che un’idea confusa e lontana. Fino ad arrivare al momento in cui varcherete la soglia di casa con le valigie piene di panni sporchi e gli occhi pieni di ricordi.   Seguendo passo dopo passo questa nuova rubrica chiunque sarà pronto a lanciarsi nell’organizzare il prossimo viaggio, districandosi con maestria tra siti web e app, senza dimenticare…

  • Consigli,  Famiglia

    Elf on the shelf: una bella tradizione per tutta la famiglia

    Eccoci qui, dopo avere preparato il calendario dell’avvento per i bambini, quello per la nostra compagna o compagno, siamo pronti per l’arrivo di dicembre. Ma manca ancora qualcosa per rendere ancora più speciale l’attesa del Natale ai nostri bimbi: la tradizione dell’Elf on the shelf.   E cosa sarebbe questo Elf on the shelf?   La tradizione dell’Elf on the shelf è nata molto recentemente negli Stati Uniti, nel 2005, grazie all’idea e al libro scritto da Carol Aebersold e dalla figlia Chanda Bell e illustrato da Coë Steinwart: “The Elf on the Shelf: A Christmas Tradition“.   L’idea alla base del libro è sostanzialmente questa: ogni famiglia può chiedere in adozione a Babbo Natale un suo aiutante, un piccolo elfo, che arriverà il giorno del ringraziamento e resterà con lei fino alla vigilia di Natale. Il compito di questo elfo è quello di controllare come si comportano i membri della famiglia durante questo periodo e tutte le notti tornare al Polo Nord per riferirlo a Babbo Natale. L’elfo quindi durante il giorno resterà immobile e inanimato sulla mensola (on the shelf) per poi di notte prendere vita per preparare piccoli scherzi e marachelle in giro per la casa, che i bambini dovranno scoprire al loro risveglio!   In poco tempo quest’idea ha veramente spopolato e le case di tutto il mondo accolgono a Dicembre i propri Elf on the shelf. Basta digitare su Instagram o Facebook l’hashtag #elfontheshelf per vedere migliaia di elfi intenti a compiere le loro malefatte nei posti più disparati.   Elf on the shelf: le regole da seguire   Le regole da seguire per rispettare questa tradizione sono poche e abbastanza semplici, ma la principale è questa: durante il giorno i bambini non possono assolutamente toccare l’elfo, perché perderebbe la propria magia e non potrebbe…

  • Consigli

    Calendario dell’avvento per mamme e papà

    Ora che abbiamo preparato il calendario dell’avvento per i bambini, che ne dite di farne uno anche per noi grandi? Vi do qualche idea per qualcosa di semplice, ma simpatico da poter regalare ai vostri compagni o compagne.     Calendario dell’Avvento make up: per le vostre lei che vanno matte per trucchi e make up! Tra creme viso, mascara, blush e rossetti non rimarranno deluse. Ormai tutti i principali marchi di bellezza ne producono, tra questi a Benedetta è piaciuto molto quello Look Fantastic.         Calendario dell’Avvento per viaggiatori: in realtà non ne esiste uno in particolare, ma ecco un’idea a mio parere bellissima da poter usare. Comprate uno di questi bei libri di Lonely Planet e mettete un piccolo post it ogni giorno su un luogo del mondo che vorreste vedere assieme alla vostra famiglia. Me lo ha preparato Benedetta per un Natale ed è bellissimo viaggiare con la fantasia assieme, soprattutto ora che è l’unico modo per farlo. Sul nostro Instagram, scorrendo indietro le foto, esattamente due anni fa, potete vedere alcune esempi!       Calendario dell’Avvento fotografico: anche questa è una bella idea, facile da realizzare. Fra le varie proposte mi è piaciuto molto quella di Cheerz. 24 fotografie da scoprire giorno per giorno e che alla fine diventeranno un poster fotografico con i vostri ricordi. Super!       Calendario dell’avvento della birra: per i papà amanti della birra sarà un regalo sicuramente apprezzato! Ogni giorno una birra diversa, fra i vari marchi che lo vendono, vorrei segnalare un birrificio a km0 (per me che sono da Vicenza): il birrificio Ofelia. Qui potete acquistarlo online.           Calendario dell’avvento del tè: per chi non volesse alcolizzarsi, scolandosi una birra a sera per tutto Dicembre, una scelta più salutista!…

  • calendario avvento per bambini fai da te
    Consigli

    Calendario dell’avvento per bambini

    Siamo a Novembre, e stiamo andando incontro, seppur in modo anomalo, al periodo più magico dell’anno: il Natale. Specialmente da quando siamo genitori questo momento è ritornato ad essere speciale e per renderlo ancora più speciale per i nostri bimbi cosa c’è di meglio che preparare un bel calendario dell’avvento? Da qualche anno abbiamo iniziato a farlo, prima per Achille e poi anche per Augusto, e vedere la sorpresa nei loro occhi tutte le mattine all’apertura della casellina del giorno, ci ha accompagnato dolcemente fino alla mattina di Natale. Se state cercando nuove idee per realizzare il vostro calendario dell’avvento per bambini, siete nel posto giusto! Come sapete ogni tanto faccio degli articoli stile “consigli per gli acquisti”, spero anche questo vi possa essere d’aiuto.     Un po’ di storia   Ma dove nasce l’idea del calendario dell’avvento? Dobbiamo volare in Germania, nel 1908. Al tempo c’era già l’usanza di aspettare la nascita di Gesù preparando 24 piccoli pacchettini, ma l’editore Gerhard Lang preparò un disegno per ogni giorno di calendario. L’anno successivo introdusse l’idea della finestrelle da aprire, avvicinandosi praticamente ai calendari dell’avvento odierni. Insomma sono più di 100 anni che i bimbi di tutto il mondo si divertono con il Calendario dell’avvento!   Quale calendario dell’avvento per bambini scegliere?   Che dire, avete l’imbarazzo della scelta e ci sono calendari già belli e pronti per tutti i gusti. Se state leggendo questo articolo quando manca solo qualche giorno al fatidico 1 dicembre, dovete per forza scegliere fra questi, già preparati.   Calendario dell’avvento Lego: un vero must per tutti i bambini appassionati di Lego! Ogni anno Lego mette in commercio vari tipi di calendari, in cui giorno dopo giorno i vostri bimbi troveranno un pezzo dopo l’altro fino a completare una fantastica ambientazione. Anche qui, potete scegliere fra…